-->

Premessa..


Ciao a tutti. Benvenuti nel mio blog!
Ci tengo a precisare alcune cose per evitare problemi e polemiche: non sono cosmetologa, erborista, farmacista né medico e quello che pubblico è frutto di quello che leggo su libri che trattano tali argomenti o in diversi siti dedicati. Cerco di informarmi più possibile sugli effetti delle varie sostanze e soprattutto sulle eventuali controindicazioni.
Ciò che può fare bene a me, inoltre, non è detto che vada bene per voi e viceversa, perciò vi consiglio di prendere la mia pagina (e dunque anche questo blog) come una sorta di guida e non certo come la Bibbia. Io non vi conosco, non so se siete allergici a qualche tipo di pianta, ad esempio; inoltre non mi voglio assolutamente sostituire al vostro medico!
Le ricette che pubblico le prendo da vari blog di spignatti, non sono del tutto farina del mio sacco in quanto per ora sto ancora studiando per conto mio.
Se avete domande scrivetemi pure e per quello che posso, sarò felice di rispondervi! Sono aperta a confrontarmi con voi e accetto le critiche purchè costruttive.
CosTy

venerdì 6 febbraio 2015

Come prendersi cura dei capelli

Ciao a tutti!
In questo post cercherò di spiegarvi brevemente come curare i propri capelli nel caso siano rovinati, secchi, grassi..

Innanzitutto, un capello trattato per anni con prodotti siliconici, ha bisogno di un certo tempo per disintossicarsi da queste sostanze: vediamo come fare!
-Per prima cosa, controllate l'Inci di shampoo, balsamo, maschere e olii che usate (potete aiutarvi con "Biotiful" e con "E'Verde?"): se trovate siliconi o petrolati, sarebbe meglio abbandonarli per utilizzare prodotti migliori. Tuttavia, dal momento che i soldi per quei prodotti sono stati spesi e per non inquinare, non gettateli via, tantomeno nello scarico! Uno shampoo può essere riutilizzato per pulire i pavimenti; una lacca può essere riutilizzata per lucidare gli oggetti! Oppure aspettate di terminare il prodotto per passare ad Inci più verdi (in fondo, un mese in più o in meno non farà nulla ai vostri capelli, quindi meglio non sprecare!)
-Mi dispiace per la vostra chioma lunghissima ma, se volete iniziare a curarla, ci vorrà un taglio abbastanza drastico, o per lo meno alle punte che spesso sono quelle più rovinate.

-Come dicevo, i capelli avranno poi bisogno di un periodo di disintossicamento nel quale potrete utilizzare prodotti con Inci accettabile (significa che non contengono siliconi ma sono comunque inquinanti per l'ambiente) per affrontare gradualmente il passaggio ad Inci verde (se siete interessati ovviamente anche all'ecobio; altrimenti potrete usare solo prodotti accettabili). Infatti spesso molte ragazze lamentano capelli ancora più secchi, più crespi e brutti quando affrontano questo cambiamento. E' normalissimo! I capelli abituati a essere ricoperti e soffocati dai siliconi, liberandosene, mostreranno tutti i danni subiti e si riveleranno per quello che sono.. Dovrete avere pazienza! Non è nulla di grave e con le dovute accortezze, vedrete che presto saranno morbidi e lucidi (come i miei :P ero una di quelle abituata a piastrarli spesso e le punte erano pagliosissime! Ora invece sono davvero morbidi e mi piacciono un sacco).

-Lo shampoo. Ebbene, sembra una cavolata chiedersi come si fa, tuttavia al 90% delle volte il metodo è sbagliato. Infatti, lo shampoo và sempre diluito in modo da renderlo meno aggressivo sulla cute. Và applicato solo sulle radici, e massaggiato leggermente con i polpastrelli; le lunghezze non ne hanno bisogno, in quanto quando sciacqueremo lo shampoo, questo scivolerà sulle lunghezze e le laverà delicatamente! Inoltre così si evita anche di sfibrare le punte, che da bagnate sono molto più fragili.
-Per quanto riguarda l'asciugatura, sarebbe meglio utilizzare un asciugamano in mocrofibra, che aiuta a non stressare le punte; può essere utile anche una vecchia maglietta di cotone. I capelli non vanno mai strofinati con l'asciugamano! Meglio piuttosto togliere l'eccesso d'acqua avvolgendoli semplicemente.
-Phon, piastra e acqua bollente: "fuggite, sciocchi!" eheh..
Per quanto riguarda l'acqua bollente, dovete sapere che è meglio evitarla sui capelli in quanto ne apre le squame, rendendoli spenti, secchi e può provocare doppie punte! Meglio infatti utilizzare acqua tiepida e terminare il lavaggio con acqua fresca, appunto per richiudere le squamette. Utilissimo in questo senso è anche il risciacquo acido.
Il phon in estate è possibile evitarlo e, per lisciare i capelli, ricorrere al metodo della ruota svedese; ma in inverno? Ebbene, per evitare raffreddori da chilo è certamente possibile usarlo, cercando però di tenerlo distante dai capelli e dalle radici e a temperatura media. Starete un po' più di tempo ad asciugarli ma vi ringrazieranno!
Infine la piastra... L'ho usata per anni ma adesso non ne ho più bisogno! Lo giuro ;) Innanzitutto sappiate che non esistono olii termoprotettori o altri intrugli che difenderanno i capelli dal calore, perciò mettetevi il cuore in pace: per evitare doppie punte e capelli secchi, dovete eliminarla, o quantomeno usarla con parsimonia e sempre a basse temperature.
Per quanto mi riguarda, ho notato che usando l'hennè, si sono lisciati da soli! L'hennè infatti avvolge il capello appensantendolo. Ne parlo in un questo post <3
-Impacchi. Parola quasi d'ordine per chi vuole curare i propri capelli! Ce ne sono di diversi tipi in base alla problematica che abbiamo. Io li avevo secchi e mi sono trovata divinamente utilizzando il gel ai semi di lino e altri mix con ingredienti casalinghi (dei quali parlerò presto, abbiate pazienza e fiducia, ma se fate un giretto sulla pagina facebook li potrete trovare). Per capelli crespi invece, è utile il gel alla maizena (non avendoli crespi, non l'ho ancora provato.. dovrò trovare una cavia adatta all'esperimento.. mmh. Si prepara con 1 bicchiere d'acqua+1 cucchiaio di amido di mais, che vanno poi scaldati finchè si saranno addensati. Poi si usa come impacco preshampoo). Per cute grassa, invece (altro problema che ho anche io ma che sto pian piano limitando) vi rimando al post Capelli grassi: perchè e come provare a curarli.
Ricordatevi che non serve fiondarsi nei supermercati andando a comprare un carrello intero di cose per la cura dei capelli: è inutile e controproducente spalmarsi in testa un composto con 20 ingredienti, ne bastano pochi, ben associati tra loro, 1 volta a settimana.
-Alimentazione sana! Non potete pretendere di vedere miglioramenti ai capelli (ma anche alla pelle e al vostro corpo in generale) se vivete di Mc Donald's e merendine preconfezionate, oppure se schifate la verdura o non mangiate in modo equilibrato, è un dato di fatto. Ricordatevi inoltre di bere molta acqua, a piccoli sorsi, durante tutto l'arco della giornata. Importantissime sono anche le vitamine, presenti in frutta e verdura, possibilmente di stagione (vi suggerisco ad esempio kiwi, arance, melone, fragole, mandorle, nocciole, semi di girasole..). Per quanto mi riguarda, sono contro gli integratori, o meglio, la parola stessa suggerisce che essi debbano integrare qualcosa che ci manca, ma non possono e non devono sostituire i nutrienti presenti nel cibo.
-Pazienza e costanza: parole chiave in questo discorso. Dopo anni e anni di schifezze, dovrete dare ai capelli il tempo necessario perchè vengano ripuliti dalle sostanze dannose. Per quanto mi riguarda, ho iniziato a vedere il cambiamento 2 mesetti dopo aver abbandonato i siliconi, ma essendo tutti individui diversi, a voi potrà volerci più o meno tempo. L'importante è essere appunto pazienti e costanti e soprattutto non fissatevi! Meno ci pensate, meglio sarà: un giorno vi sveglierete coi capelli perfetti senza rendervi conto del tempo trascorso nel curarli.

Due piccole note: sento spesso ragazze che, appena avvicinate al bio e alla cura dei capelli, nel periodo estivo iniziano ad impanicarsi perchè qualcuno ha detto loro che il sole e il sale fanno malissimo ai capelli e per questo rinunciano non dico a fare il bagno, ma addirittura ad andare in spiaggia (ne ho sentite altre lamentarsi per il cloro della piscina, per la schiuma degli schiumaparty, per i prodotti usati una volta al mese dal parrucchiere...).
Ok, calme :) i capelli dopo il bagno in mare si possono sciacquare con acqua fresca e si può mettere una piccola dose di balsamo (magari lo Splendor al cocco, quello che si trova ovunque, anche nei negozietti dei cinesi e che costa pochissimo) per ammorbidirli! Per proteggerli un po' anche dal sole, potete prepararvi uno spray bifasico da portare in spiaggia e potete tenere un cappellino di paglia (fighissimo oltre che utile :P).
Non siate schiave dei capelli al punto da rinunciare a divertirvi..! la cura dei capelli dev'essere un momento rilassante, una coccola per se stesse, non una cosa stressante e maniacale al punto da non prendere più il sole.
Seconda cosa: il bio non va bene a tutti i tipi di capelli! Ci sono ragazze che dopo anni di prodotti bio, li hanno abbandonati perchè non facevano per loro, perchè i loro capelli stavano peggio che con l'uso dei siliconi! Se vedete che è anche il vostro caso, lasciate perdere, onde evitare frustrazioni (sì, frustrazioni! perchè ammettiamolo, siamo donne e i capelli fanno sempre parte di noi, li vogliamo sempre perfetti).

Detto questo, credo di aver finito.. mi bruciano un sacco gli occhi.. è tempo di una pausa. Vi ricordo che potete in ogni momento scrivermi e sarò lieta di rispondervi e confrontarci!
A presto!
CosTy
Posta un commento