-->

Premessa..


Ciao a tutti. Benvenuti nel mio blog!
Ci tengo a precisare alcune cose per evitare problemi e polemiche: non sono cosmetologa, erborista, farmacista né medico e quello che pubblico è frutto di quello che leggo su libri che trattano tali argomenti o in diversi siti dedicati. Cerco di informarmi più possibile sugli effetti delle varie sostanze e soprattutto sulle eventuali controindicazioni.
Ciò che può fare bene a me, inoltre, non è detto che vada bene per voi e viceversa, perciò vi consiglio di prendere la mia pagina (e dunque anche questo blog) come una sorta di guida e non certo come la Bibbia. Io non vi conosco, non so se siete allergici a qualche tipo di pianta, ad esempio; inoltre non mi voglio assolutamente sostituire al vostro medico!
Le ricette che pubblico le prendo da vari blog di spignatti, non sono del tutto farina del mio sacco in quanto per ora sto ancora studiando per conto mio.
Se avete domande scrivetemi pure e per quello che posso, sarò felice di rispondervi! Sono aperta a confrontarmi con voi e accetto le critiche purchè costruttive.
CosTy

mercoledì 4 marzo 2015

Tensioattivi: cosa sono, quali sono e a cosa servono

Ciao a tutti!
Come anticipato qualche giorno fa sulla mia pagina facebook, vorrei parlarvi dei tensioattivi. Il discorso è piuttosto lungo ma spero vi possa essere utile.

Cosa sono
Si tratta di sostanze per lo più lavanti presenti quindi negli Inci di shampoo, bagnoschiuma, balsami, detergenti per la cucina, ecc.
Le loro molecole sono formate da due parti: una "testa" idrofila (polare), che quindi si attacca all'acqua, e una "coda" lipofila (apolare) che si attacca al grasso; in questo modo, quando passiamo il getto d'acqua sui nostri capelli (ma lo stesso vale per il resto del corpo) lo sporco attaccato alla parte lipofila viene trasportato via.

I tensioattivi hanno cinque caratteristiche principali:
1. Schiumogena: è la capacità di produrre schiuma, ma non sempre i tensioattivi che fanno molta schiuma sono dei buoni lavanti.
2. Bagnante: è la capacità di ridurre l'angolo tra il prodotto, e la superficie della cute.. ovvero la capacità del prodotto di diffondersi bene sulla cute.
3. Detergente: capacità di eliminare lo sporco. Attenzione: i tensioattivi più aggressivi, rimuovono sì lo sporco, ma privano la cute e la pelle del suo normale strato idrolipidico naturale. Ne deriva il cosiddetto "effetto rebound" per il quale la cute si vede costretta a produrre più sebo di volta in volta per proteggere i capelli. Un accorgimento per evitare ciò è diluire lo shampoo prima di usarlo.
4. Emulsionante: rendere mescolabili tra loro acqua e olio.
5. Solubilizzante: sciogliere un olio in acqua (un esempio potrebbe essere quello di poter disciogliere un olio essenziale in un deodorante fai da te a base d'acqua e bicarbonato).
I tensioattivi, inoltre, sono divisi in quattro categorie:
A. Anionici: hanno cariche negative, sono i sali alcalini, hanno la capacità di aumentare il pH e sono molto sgrassanti e aggressivi.
B. Cationici: hanno cariche positive e per lo più sono utilizzati all'interno del balsamo, perciò non sono lavanti.
C. Non Ionici: hanno una maggior tollerabilità cutanea ma fanno poca schiuma; sono usati per lo più come emulsionanti o solubilizzanti.
D. Anfoteri: hanno buone capacità schiumogene e detergenti, riducono l'aggressività degli Anionici; i più usati sono i derivati betainici e imidazolinici.

Quali sono
Vi lascio di seguito l'elenco dei principali tensioattivi, che potremmo trovare nei prodotti, divisi per categorie.
--A--
-Sodium Laureth Sulfate (SLES)
Buona forza lavante ma molto aggressivo ed irritante, è schiumogeno e bagnante. La sua aggressività è diminuita se nella formulazione troviamo anche una betaina. Lo Sles a lungo andare può portare secchezza. Non è ecobio.
-Sodium Myreth Sulfate
 Simile allo SLES, buon schiumogeno ma irritante e aggressivo, viene usato perchè economico.
-Sodium Lauryl Sulfate (SLS)
Buon schiumogeno ma aggressivo per la cute; può dare prurito o irritazione, pare poi che a lungo andare possa causare disidratazione e desquamazione della cute.
-Ammonium Lauryl Sulfate
Buon detergente con ottima capacità schiumogena ma è aggressivo (pare più dello SLS), soprattutto su pelle e cute sensibili.
-Sodium Lauroyl Sarcosinato
Buon schiumogeno e più delicato dello Sles; è usato in detergenti per pelli sensibili. E' biodegradabile, di origine vegetale e sicuro per la pelle.
-Sodium Cocoyl Glutamate
Buon detergente compatibile con la pelle, è usato per pelli delicate.
-Sodium Lauroyl Glutamate
Delicato e meno agressivo dello Sles; con Sles e Sls migliora la schiuma. E' indicato per pelli sensibili ed è biodegradabile.
-Sodium Lauryl Sulfoacetate (SLSA)
Schiumogeno e lavante ma non aggressivo.
-Sodium Coco Sulfate
Usato negli shampoo solidi, è molto schiumogeno.
-Sodium Cocoyl Isethionate (SCI)
E' ben tollerato dalla pelle e dalla cute, è schiumogeno.
-Sodium Cocoyl Hydrolized Wheat Protein
Non è irritante, è schiumogeno ma poco aggressivo.
-Sodium Cocopolyglucose Tartrate e Citrate
Biodegradabili e bio, molto compatibili con la pelle.

--B--
-Esterquat
Condizionante, presente quindi nei balsami.
-Behentrimonuim Clhoride
Non ecobio, è più delicato ed efficace dell'amico Cetrimonuim.

--C--
-Caprylyl Capryl Glucoside
Di derivazione naturale, delicato e schiumogeno; è un buon detergente e bagnante. Riduce l'aggressività dello Sles.
-Coco Glucoside
Schiumogeno ma delicato, riduce l'aggressività dello Sles. E' biodegradabile e non irritante.
-Decyl Glucoside
Di origine vegetale, è ben tollerato dalla cute ma poco lavante. E' biodegradabile e indicato per pelli sensibili.
-Lauryl Glucoside
Schiumogeno e delicato, riduce l'aggressività dello Sles; non irrita ed è biodegradabile.
-Glyceryl Oleate
Emulsionante ed emolliente. E' biodegradabile e non irritante.
-Coco Glucoside+Glyceryl Oleate
Co-tensioattivo formato dall'unione dei due sopracitati; è delicato e addolcente, riduce l'aggressività dello Sles e lo rende più tollerabile dalla cute.

--D--
-Cocamidopropyl Betaina
Riduce l'aggressività degli altri tensioattivi; è specifico per pelli o cute sensibili e delicate. Poco irritante.
-Coco Betaina
Anche questo riduce l'aggressività degli altri tensioattivi; è biodegradabile ma può dare problemi di sensibilizzazione al prodotto.
-Babassuamidopropyl Betaina
Riduce l'aggressività degli altri tensioattivi; rende la schiuma più cremosa, è ecobio.
-Sodium Cocoamphoacetate
Più condizionante delle Betaine, è delicato e riduce l'aggressività degli altri tensioattivi. fa poca schiuma e non irrita la pelle.

Sles e Sls sono stati spesso demonizzati perchè aggressivi, ma se il prodotto è ben formulato ad esempio per la presenza di una Betaina, con l'accorgimento di diluire il prodotto subito prima di utilizzarlo, penso che non ci siano gravi problemi.
Spero che vi possa essere utile questo post per capire un po' meglio some funzionano gli Inci dei prodotti che utilizziamo ;)
A presto!
CosTy
Posta un commento