-->

Premessa..


Ciao a tutti. Benvenuti nel mio blog!
Ci tengo a precisare alcune cose per evitare problemi e polemiche: non sono cosmetologa, erborista, farmacista né medico e quello che pubblico è frutto di quello che leggo su libri che trattano tali argomenti o in diversi siti dedicati. Cerco di informarmi più possibile sugli effetti delle varie sostanze e soprattutto sulle eventuali controindicazioni.
Ciò che può fare bene a me, inoltre, non è detto che vada bene per voi e viceversa, perciò vi consiglio di prendere la mia pagina (e dunque anche questo blog) come una sorta di guida e non certo come la Bibbia. Io non vi conosco, non so se siete allergici a qualche tipo di pianta, ad esempio; inoltre non mi voglio assolutamente sostituire al vostro medico!
Le ricette che pubblico le prendo da vari blog di spignatti, non sono del tutto farina del mio sacco in quanto per ora sto ancora studiando per conto mio.
Se avete domande scrivetemi pure e per quello che posso, sarò felice di rispondervi! Sono aperta a confrontarmi con voi e accetto le critiche purchè costruttive.
CosTy

domenica 19 aprile 2015

Erbe e Piante: i principi attivi

Ciao a tutti!
Come avrete forse capito da alcuni post o grazie ad alcune foto sulla pagina facebook, mi sto interessando di Fitoterapia. Ho pensato quindi di creare una sorta di rubrica divisa in alcuni capitoli che tratteranno diversi temi inerenti a questa pratica. Il primo di questi, come potete leggere dal titolo, tratterà i principi attivi. Ma andiamo per gradi.


Cos'è la Fitoterapia
Con questo termine, di derivazione greca (da "phyton"-pianta e "therapeia"-cura) si indica la cura di piccoli fastidi di salute per mezzo delle piante.
Le piante contengono diversi tipi di principi attivi, generati durante il processo metabolico della pianta e dipendenti dall'età, dal periodo vegetativo e dalle condizioni ambientali in cui questa si trova.

Se ne conoscono 12 tipi principali:
-Fenoli: sono composti aromatici con proprietà antisettiche e disinfettanti.
-Glicosidi: sono le fonti di immagazzinamento degli zuccheri e hanno proprietà vasodilatatrici, lassative, emolitiche, ...
-Glucosidi: sono cardiotonici, lenitivi o purgativi, emostatici, diuretici, sedativi e antireumatici.
-Alcaloidi: possono essere depressivi o stimolanti verso il sistema nervoso, sono diuretici e vasodilatatori.
-Flavonoidi: (polifenoli) hanno moltissime proprietà tra cui antiallergiche, antinfiammatorie, antitumorali, gastroprotettive; regolano le difese immunitarie, riequilibrano l'apparato endocrino (insieme di ghiandole e cellule che rilasciano gli ormoni).
-Tannini: (polifenoli) sono astringenti in quanto determinano l'arresto della secrezione sebacea, sono anche antinfiammatori, antibiotici e antivirali, antidiarroici.
-Terpeni: sono i costituenti principali degli oli essenziali e sono quelle sostanze che determinano il profumo dei fiori o delle piante.
-Oli Essenziali: sono sostanze liquide molto concentrate (perciò ne bastano davvero poche gocce) e in base al tipo di pianta dalla quale vengono estratti, hanno diverse proprietà.
-Alcamidi: sono antibatterici e antimicotici.
-Saponine: espettoranti, antinfiammatorie e cicatrizzanti. Hanno un'azione tensioattiva perchè a contatto con l'acqua, creano una sostanza lavante (a questo proposito, vi rimando al post sulle Erbette per capelli).
-Resine: balsamiche e battericide. Hanno anche un'azione revulsiva (ovvero vengono impiegate per creare un effetto infiammatorio o irritativo per aumentare l'afflusso sanguigno nella zona dove vengono applicate).
-Mucillagini: sono lassative, contrastano le infiammazioni respiratorie e le infiammazioni inestinali, si gonfiano a contatto con l'acqua.

Tutti questi principi attivi possono essere utilizzati a scopo trapeutico proprio grazie alle loro proprietà, ma in piccole dosi, altrimenti possono risultare abbastanza pericolosi per l'organismo. Le piante, inoltre, benchè messe a disposizione dalla natura, possono comunque avere alcune controindicazioni che non andrebbero mai sottovalutate: possono interferire con alcuni farmaci, possono essere sconsigliate alle donne in dolce attesa o in allattamento, possono dare origine a fenomeni irritativi in soggetti predisposti. E' buona cosa quindi fare sempre attenzione al tipo di pianta che si va ad usare e soprattutto chiedere il parere di uno specialista (medico, farmacista o erborista) prima di utilizzarle.

Solubilità dei Principi Attivi
-in alcool: resine, alcaloidi, glicosidi e oli essenziali
-in acqua: saponine, glicosidi, tannini, flavonoidi e mucillagini
-in olio: glucosidi, oli essenziali e resine.

Per il momento con questo primo "capitolo" ho concluso; se siete interessati, stay tuned per poter leggere i prossimi temi :)
A presto!
CosTy

-Informazioni prese dal canale Bio & Bio: soffio di natura by Stefano e Curarsi con erbe e piante-collana Rimedi naturali-editore Giunti
Posta un commento