-->

Premessa..


Ciao a tutti. Benvenuti nel mio blog!
Ci tengo a precisare alcune cose per evitare problemi e polemiche: non sono cosmetologa, erborista, farmacista né medico e quello che pubblico è frutto di quello che leggo su libri che trattano tali argomenti o in diversi siti dedicati. Cerco di informarmi più possibile sugli effetti delle varie sostanze e soprattutto sulle eventuali controindicazioni.
Ciò che può fare bene a me, inoltre, non è detto che vada bene per voi e viceversa, perciò vi consiglio di prendere la mia pagina (e dunque anche questo blog) come una sorta di guida e non certo come la Bibbia. Io non vi conosco, non so se siete allergici a qualche tipo di pianta, ad esempio; inoltre non mi voglio assolutamente sostituire al vostro medico!
Le ricette che pubblico le prendo da vari blog di spignatti, non sono del tutto farina del mio sacco in quanto per ora sto ancora studiando per conto mio.
Se avete domande scrivetemi pure e per quello che posso, sarò felice di rispondervi! Sono aperta a confrontarmi con voi e accetto le critiche purchè costruttive.
CosTy

venerdì 14 agosto 2015

Impacco per capelli secchi con Esterquat

Buongiorno a tutti!
Oggi finalmente riesco a riprendere in mano il blog, così vi lascio la ricetta e il procedimento per ricreare questo impacco pre-shampoo (la ricetta l'ho trovata sul Calderone Alchemico).
L'ho provato già due volte e mi sta piacendo abbastanza: lo utilizzo sui capelli umidi, in particolare sulle punte; li raccolgo con una molletta e lascio in posa per circa un'ora, infine lavo normalmente con shampoo e balsamo. I capelli rimangono molto morbidi!

Questa preparazione prevede l'uso di diversi olii, per lo più di densità media/pesante; la lecitina farà da emulsionante tra la fase acquosa (A) e la fase grassa (B), mentre l'alcool cetilico è un co-emulsionante e una sostanza che dà consistenza al prodotto.
L'esterquat è un condizionante per capelli completamente biodegradabile, i prodotti che contengono questa sostanza risultano abbastanza cremosi; svolge poi anche la funzione di emulsionante ma ha bisogno di un co-emulsionante, in questo caso proprio l'alcool cetilico.
In fase acquosa vanno inserite la xanthana e la glicerina, per creare il gel; il gel d'aloe e il gel ai semi di lino, infine il miele.
Per la fase a freddo (C) serviranno proteine del grano (fitocheratina) e inulina. Le prime danno corposità ai capelli, la seconda invece è districante e lisciante. Se non li avete potete ometterli, aggiungendo la loro quatità in termini di acqua.
E' possibile aggiungere anche una fragranza, il cosgard è invece obbligatorio.
Vediamo la ricetta:

FASE A
33,3 gr acqua
20 gr gel ai semi di lino
10 gr gel di aloe
3 gr miele
1 gr glicerina
0,2 gr xanthana
FASE B
8 gr esterquat
6 gr olio di semi di lino
5 gr burro di karitè
2,5 gr olio di mandorle
2,5 gr olio di riso
2 gr olio di cocco
2 gr lecitina liquida (*)
2 gr alcool cetilico
FASE C
1 gr proteine del grano
1 gr inulina
0,6 gr cosgard
fragranza
+ acido lattico/soluzione di soda per pH 4,5 
Procedimento:
Innanzitutto versare la glicerina in un bicchiere (o altro contenitore adatto al bagnomaria) e unire la xanthana. Pesare poi l'acqua e gli altri ingredienti e unirli alla glicerina+xanthana.
Pesare poi in un altro contenitore gli ingredienti della Fase B (a parte il karitè che aggiungeremo alla fine) e mettere tutto a bagnomaria mescolando di tanto in tanto. Quando nella fase acquosa si sarà formato il gel e gli ingredienti della fase oleosa saranno ben sciolti, unire in quest'ultima il burro di karitè e farlo sciogliere.
Versare poi B in A e iniziare subito a frullare con un aerolatte o un minipimer. Quando poi le due fasi saranno ben amalgamate e il composto sarà diventato bianco, lasciar raffreddare.
Unire infine la fase C, misurare il pH e in caso correggerlo.

*lecitina liquida: è una preparazione a parte, molto utile nel caso non si disponga di altri emulsionanti migliori. Si forma a partire dalla lecitina in granuli, facilmente reperibile nei supermercati, e l'olio di girasole. Occorrono 6 parti di lecitina e 4 di olio (per esempio: 60 gr lecitina+40 gr olio): unire i due ingredienti e porre il tutto a bagnomaria per circa un'oretta, a fuoco medio/basso. La lecitina granulare richiede un po' di tempo per sciogliersi, perciò dovrete avere pazienza! Non devono rimanere granuli, in caso frullare per bene. La lecitina liquida (che in realtà è una pasta anche piuttosto densa) così ottenuta và poi posta in un barattolo e tenuta in un luogo fresco e asciutto, meglio se al buio.
Nelle preparazioni che richiedono la lecitina, vi sconsiglio di usare quella in granuli appunto perchè richiede tempi di "cottura" (per farla sciogliere) lunghi, che andrebbero a compromettere gli altri ingredienti. Meglio utilizzare quella liquida, in cui i granuli sono già sciolti!

Bene, spero vi possa interessare questo spignatto ;) Vedrò poi che dice la sorella, principale destinataria dei prodotti per capelli secchi.
A presto!
CosTy
Posta un commento