-->

Premessa..


Ciao a tutti. Benvenuti nel mio blog!
Ci tengo a precisare alcune cose per evitare problemi e polemiche: non sono cosmetologa, erborista, farmacista né medico e quello che pubblico è frutto di quello che leggo su libri che trattano tali argomenti o in diversi siti dedicati. Cerco di informarmi più possibile sugli effetti delle varie sostanze e soprattutto sulle eventuali controindicazioni.
Ciò che può fare bene a me, inoltre, non è detto che vada bene per voi e viceversa, perciò vi consiglio di prendere la mia pagina (e dunque anche questo blog) come una sorta di guida e non certo come la Bibbia. Io non vi conosco, non so se siete allergici a qualche tipo di pianta, ad esempio; inoltre non mi voglio assolutamente sostituire al vostro medico!
Le ricette che pubblico le prendo da vari blog di spignatti, non sono del tutto farina del mio sacco in quanto per ora sto ancora studiando per conto mio.
Se avete domande scrivetemi pure e per quello che posso, sarò felice di rispondervi! Sono aperta a confrontarmi con voi e accetto le critiche purchè costruttive.
CosTy

giovedì 6 agosto 2015

Spignatto, parte 2: quali materie prime acquistare (online o nei supermercati)

Ciao a tutti!
Oggi seconda parte della rubrica sullo spignatto: nella prima parte vi ho elencato alcuni tra i moltissimi siti dove poter comprare le diverse materie prime, mentre in questo post vi parlerò proprio delle varie sostanze da avere se si vuole iniziare a prodursi i cosmetici in casa.
Perciò, carta e penna e prendete nota! :)
Ingredienti di base: rientrano in questa categoria l'acqua demineralizzata, i regolatori di pH, i conservanti, oli e burri, tensioattivi ed emulsionanti, cere e gelificanti. Ma andiamo con ordine.

-Acqua demineralizzata: non mi soffermo molto su questa; è reperibile anche in alcuni supermercati (io per esempio la trovo al D+) e a basso prezzo. Si utilizza per moltissime cose, come tonici, creme, deodoranti.. è appunto indispensabile!

-Regolatori di pH: sono indispensabili per correggere il pH in preparazioni a base di acqua. Alcune sostanze, poi, funzionano solo entro certi valori di pH (per esempio i conservanti). Avremo bisogno di una base, la soluzione di soda caustica, e di un acido, lattico o citrico: mentre la soluzione caustica si può preparare in casa, l'acido lattico/citrico si può acquistare online.

-Conservanti: anche questi indispensabili in preparazioni acquose come tonici o creme; il più famoso è il Cosgard, reperibile in tutti i siti e semplice da usare: la dose è di 0.6 gr ogni 100 gr di prodotto finito.

-Oli e Burri: gli oli si dividono per densità (pesante, medio, leggero) e per la possibilità di essere scaldati senza alterarsi (non termolabili). Inoltre sono reperibili ovunque: nei supermercati troviamo innanzitutto l'olio extravergine di oliva, l'olio di riso, l'olys, l'olio di girasole, ecc. In negozi come Tulipano, Acqua&Sapone, Coop (...) invece, potremo trovare anche olio di mandorle, olio di ricino, olio di argan, olio di jojoba, olio di semi di lino. Un altro olio molto utile e usato spesso nello spignatto è l'olio di cocco, reperibile per lo più nei negozietti etnici oppure online. Vi consiglio per iniziare, di comprare almeno un olio per tipo: olio di ricino (pesante), olio di mandorle (medio) e olio di jojoba (leggero). Online poi vi sono tantissimi altri olii come Coco Silicone, Cetiol Sensoft, Caprylic.
Per quanto riguarda i burri, invece, molto usati sono il burro di cacao e quello di karitè.

-Tensioattivi: sono sostanze utilizzate nella preparazione degli shampoo e dei saponi e comprendono una categoria molto vasta (qui, potete leggere i vari tipi). I più usati nei cosmetici homemade sono Lauryl Glucoside, Sodium Lauroyl Sarcosinate, Coco Glucoside, Decyl Glucoside e la Betaina.

-Emulsionanti: sono sostanze usate per tenere insieme (appunto: emulsionare) l'acqua e le sostanze oleose che, come sappiamo, non sono miscibili. La categoria è molto ampia, io sto utilizzando per lo più l'Olivem 1000 e il Metilglucosio Sesquistearato. Gli emulsionanti si dividono poi in emulsionanti a caldo e a freddo; ci sono poi anche gli autoemulsionanti, ovvero sostanze che da sole riescono a svolgere questa funzione (ad esempio l'Olivem 1000)

-Cere: la più utilizzata è la cera d'api, bianca (inodore) o gialla, utile in prodotti per make up, cold cream o nei burrocacao. Nei rossetti si utilizzano anche la cera carnauba e la cera candelilla.

-Gelificanti: sono sostanze che servono per creare dei gel e ricordiamo innanzitutto la gomma xantana, una polverina facile da usare, che va sciolta nella glicerina vegetale. Altre gomme sono la agar agar, la guar e la gomma arabica (o d'acacia).

-Glicerina vegetale e Tocoferolo: la prima è usata come solvente, è una sostanza idratante e umettante; il secondo, chiamato anche vitamina E, è usato come antiossidante per oli e burri (li preserva dall'irrancidimento) e inoltre, per questa sua proprietà, fa bene anche alla pelle. Fate attenzione però all'Inci: non tutti i Tocoferolo venduti online sono puri!

-Oli essenziali: su Aromazone la scelta è vastissima, viene quasi voglia di comprarli tutti! Vi consiglio però di sceglierli in base alle vostre esigenze: per esempio, alcuni o.e. sono più adatti per chi ha i capelli grassi o la forfora, altri sono indicati come espettoranti, oppure per chi soffre di nervosismo o stress.. insomma, le loro caratteristiche sono molteplici. Inoltre bastano davvero pochissime gocce, sia per profumare che per beneficiare delle proprietà. Gli o.e. vanno usati con molta attenzione senza eccedere nella dose: essi infatti sono sostanze molto concentrate che possono portare irritazioni alla pelle o essere tossici se usati in elevate quantità; alcuni, poi, sono sconsigliati in particolari stati di salute oppure se ci si espone al sole. In ogni sito online trovate una scheda tecnica con la dose utilizzabile. Gli o.e., poi, non vanno mai usati puri sulla pelle (a parte quello di Tea Tree): vengono mescolati infatti agli oli vettori (oli vegetali), come potete vedere nella ricetta del bagno rilassante, per esempio.

Gli ingredienti aggiuntivi, che rendono le preparazioni più ricche, sono: idrolati ed estratti vegetali, attivi, solubilizzanti, miche e ossidi, fragranze.

-Idrolati: usati spesso al posto dell'acqua, oppure in combinazione con questa nelle varie preparazioni. Sono ricavati dalla distillazione degli oli essenziali

-Estratti vegetali: si tratta di oleoliti, tinture, estratti idroalcolici, glicolici e glicerinati e sono utili per completare un cosmetico con particolari proprietà.

-Attivi: si tratta di sostanza funzionali adatte a particolari problematiche, tipo cellulite, acne, capelli secchi, segni del tempo sulla pelle, ecc. Ce ne sono davvero moltissimi in commercio, vi consiglio per esempio il sodio ialuronato, le proteine del grano, l'inulina, la caffeina, l'aloe vera.

-Solubilizzanti: molto diffuso è il Solubol, utile per sciogliere gli oli essenziali in acqua e usato quindi in spray, deodoranti liquidi, acque profumate.

-Miche e Ossidi: sono polveri colorate molto fini e utilizzate soprattutto per il make up; il miglior sito dove potete trovarli, secondo me, è Mineraliberi perchè la scelta è molto ampia. Per colorare preparazioni acquose possono essere utilizzati anche i coloranti alimentari presenti al supermercato.

-Fragranze/aromi: utili per profumare o aromatizzare le preparazioni, bastano poche gocce e il profumo è persistente.

Nei supermercati, poi, oltre ad alcuni oli vegetali, è possibile acquistare: cacao amaro, miele, l'aloe vera (molto usata è quella dell'Equilibra al 98%), aceto di mele, semi di lino, amido di mais, diversi tipi di frutta, il limone, lo yogurt, tutti ingredienti utili in maschere per capelli o per la pelle!

Credo di aver detto tutto; spero, come sempre, che questo post possa esservi utile e aiutarvi in questo percorso di cosmesi homemade. Prossimamente parlerò anche degli strumenti indispensabili.
A presto!
CosTy
Posta un commento